Main content

Slideshow

La seconda sala di lettura vista dall'alto

Dove e cosa si studia in biblioteca

Foto della seconda sala di lettura


I Fondi della Biblioteca

La Casanatense possiede, tutela e rende disponibile un patrimonio di grandissimo valore

Immagine di una carta di un manoscritto musicale


Eventi

La Casanatense offre i propri spazi monumentali per eventi esclusivi. Scopri come!

Gli eventi in biblioteca


Le fotografie nell'Opac

Nel catalogo online si trovano catalogati anche i fondi fotografici

I fondi fotografici nell'Opac


Manoscritti miniati catalogati e digitalizzati

Historia plantarum miniatura di Bernardino De' Grassi

Manoscritti miniati catalogati e digitalizzati


Scaffali Digitali

Stampe, bandi, disegni digitalizzati in hr da consultare online

Incisioni digitalizzate


logo_natale_schedeNel 1987 in Casanatense venne allestita una grande mostra iconografica dal titolo In Praesepio : immagini della Natività nelle incisioni dei secoli XVI-XIX, curata da Iolanda Olivieri e Angela Vicini Mastrangeli.

In quella occasione vennero esposte 300 stampe estratte dalla raccolta casanatense il cui soggetto era ascrivibile ad uno dei quattro momenti salienti individuati per l’occasione all’interno dell’iconografia del Natale: Annuncio ai pastori, Natività, Adorazione dei pastori, Adorazione dei Magi. Negli anni a seguire alcune di queste stampe sono state riproposte al pubblico in esposizioni di minore importanza e ricchezza.

Quest’anno, partecipando anche la Casanatense alla manifestazione nazionale promossa dal MiBAC Carte di Natale, da questo nutrito “corpus natalizio”  si sono voluti isolare due temi, forse di minor rilievo all’interno della grande iconografia generata dalla narrazione del Nuovo Testamento, ma senza alcun dubbio fondanti il messaggio evangelico e la tradizione popolare cristiana, in modo particolare quella del Presepio: l’Annuncio ai Pastori e l’Adorazione dei Pastori, primi testimoni del miracoloso evento.

La presenza dei pastori e l’annuncio angelico ad essi, appartengono al contesto del Vangelo di Luca (Luca, 2,8 e s.) e contengono un chiaro riferimento alla predilezione di questo evangelista per i poveri, i diseredati della terra e i peccatori e quindi alla venuta del Salvatore per essi in primo luogo. Et pax in terra hominibus bonae voluntatis, uomini di buona volontà che sono certamente in ogni luogo e in ogni situazione, ma che Cristo va a cercare nei contesti più poveri e degradati, diremmo oggi.

E’ utile l’avvertenza che nel fondo Casanatense delle stampe, le incisioni su questi temi sono molto più numerose di quelle esposte in mostra. E’ stata  operata una selezione secondo criteri di qualità ma anche di originalità: infatti alcune stampe sono in mostra non tanto o non solo per il loro intrinseco valore incisorio o artistico, ma per la particolarità dell’impianto iconografico o per “l’invenzione” poco conosciuta o perduta da cui discendono.

La Biblioteca ringrazia i Padri Domenicani della Minerva per il gentile prestito di alcuni pezzi del loro grande Presepe, che riscaldano l’allestimento di questa esposizione.

Le curatrici della Mostra