Sei qui: Home La Biblioteca Casanatense Il patrimonio

Editto del Maestro del Sacro Palazzo del 7 agosto 1603Referente Margherita Palumbo

Il fondo Editti e Bandi pontifici della Biblioteca Casanatense comprende oltre 71.000 documenti a stampa, pubblicati tra l’inizio del XVI secolo e il 1870, e legati - in successione cronologica non sempre rigorosa - in 222 volumi di grosso formato individuati dalla segnatura Per.est.18, a cui seguono tre cartelle di bandi sciolti.

Come risulta dalle ricevute conservate nell’Archivio Storico della Biblioteca, fu cura dei prefetti casanatensi stipulare – fin dal 1701 – contratti annuali con i diversi appaltatori della Stamperia della Reverenda Camera Apostolica, in modo da ricevere ogni «bando, editto e foglio volante» pubblicati nel corso dell’anno.
Nel 1719 l’allora prefetto Giovanni Benedetto Zuanelli diede inoltre disposizione di acquistare, per la somma di trecento scudi, tutti i documenti pontifici impressi dalla Stamperia e ancora giacenti presso di essa, al fine di completare la raccolta per i secoli precedenti.

Il fondo Editti e bandi della Casanatense – che comprende sia bolle, brevi e costituzioni a firma della stessa autorità papale che atti normativi emanati dagli organi amministrativi e giudiziali dello Stato Pontificio - costituisce una fonte di primaria importanza sia per lo studio della storia e politica ecclesiastica e delle attribuzioni, poteri e attività dei diversi organi della Curia Romana, sia per la ricostruzione delle condizioni socio-economiche della città di Roma e, più in generale, dello Stato Pontificio.

La Collezione digitalizzata degli Editti e Bandi della Casanatense relativi all'Inquisizione