Contenuto principale

Indice articoli

 

Fatti e Ritratti: l’Unità d’Italia nelle stampe del Fondo Wolynski di Anna Alloro

vittorio_emanuele

Nel clima generale dei festeggiamenti con i quali quest’anno si celebrano i 150 anni dell’Unità d’Italia, la Casanatense, attingendo al fondo Wolynski, intende offrire una galleria di immagini utili ad illustrare le figure e gli episodi che hanno reso possibile, attraverso le battaglie risorgimentali, la nascita e il consolidamento del Regno d’Italia. Molte delle stampe scelte per questa sezione sono tratte da L’Illustrazione Italiana, prestigiosa rivista settimanale, pubblicata a partire dal 1873 a Milano dall’editore Emilio Treves, che ne è anche il primo direttore. Nell’ultimo quarto di secolo dell’Ottocento la rivista ottiene un gran successo negli ambienti della media ed alta borghesia, grazie alla qualità degli articoli e delle illustrazioni, affidate ad artisti di primo piano e realizzate da incisioni in legno che consentono di ottenere immagini ad alta definizione. Non manca comunque, nella raccolta Wolynski, la testimonianza di altre testate ottocentesche, come L’Illustrazione Popolare, L’Illustrazione per tutti, L’Epoca. L’attenzione particolare e l’ampio spazio dedicato al passato della nazione italiana, passato recente è vero, ma pur sempre passato, dimostra come le figure e gli avvenimenti del Risorgimento italiano sono state vissute dall’immaginario collettivo e popolare fin da subito come eroiche e degne di essere celebrate e ricordate. Il percorso si apre con la vicenda umana e politica di Giuseppe Garibaldi, la cui figura si staglia come quella dell’eroe per eccellenza nel giudizio di un contemporaneo, Edmondo De Amicis. E poi via via altri personaggi, noti a tutti fin dall’infanzia: Vittorio Emanuele II, “re galantuomo” e “padre della patria”, il papa Pio IX, il re Umberto I, uomini che, spesso intrecciando le loro vite, hanno segnato con le idee, le scelte e le azioni la storia del nostro Paese.

Figurano nella sezione anche gli avvenimenti significativi del Risorgimento: alcune battaglie delle guerre d’indipendenza, l’incontro di Teano che conclude la spedizione dei Mille, la breccia di Porta Pia che consegna finalmente Roma all’Italia. Sono inoltre illustrati i rapporti dei re sabaudi con i monarchi europei, soprattutto austriaci e tedeschi, raffigurati sulle pagine delle riviste italiane nel fitto intreccio di scambievoli, rutilanti e sontuose visite ufficiali atte a rinsaldare i rapporti di amicizia e a favorire la nascita di accordi e alleanze. Infine sono esposti i ritratti di alcuni fra i politici che hanno dato vita ai governi del Regno d’Italia nei primi quarant’anni, rappresentanti della “Sinistra” e della “Destra storica”. E così, attraverso le illustrazioni raccolte e conservate dallo studioso polacco rivive, pur se in maniera episodica e frammentaria, l’epopea di un popolo e di una nazione, sotto la specie di “fatti e ritratti” attinenti al tema del Risorgimento e dell’Unità d’Italia.