Contenuto principale

Indice articoli

 

 

GLI ASBURGO D'AUSTRIA

asburgo_austria_schedaCon la concessione da parte di Carlo V al fratello Ferdinando dei territori orientali della sua eredità, e il legame di questi con l'Impero, si afferma e si consolida il secondo ramo della famiglia, che terrà il governo del centro dell'Europa fino all'Età Contemporanea.

Sebbene la dignità imperiale fosse elettiva, il titolo d’Imperatore sarà sempre prerogativa di un Asburgo del ramo austriaco per tutta l’Età Moderna e oltre, rendendo in questo modo il trono di Carlo Magno una carica ereditaria. Nel XVII secolo l'influenza politica dell’Impero viene limitata dagli impegni militari che lo vedranno scontrarsi con le altre potenze europee nella Guerra dei Trent'anni (1618-1648) e far fronte alla minaccia turca che non sarà scongiurata fino al 1683, anno in cui l’Imperatore Leopoldo libererà Vienna dall'assedio delle truppe islamiche.

A sostegno del potere imperiale per gli Asburgo rivestirà un'importanza fondamentale l’affiancamento della Spagna, con la quale il legame sarà rinnovato per mezzo di patti, alleanze e matrimoni, momenti come la designazione dell'erede tramite la concessione della dignità di Re dei Romani o le incoronazioni imperiali, che sanciranno la continuità della dinastia come massima autorità politica dell’Europa.