Contenuto principale

Indice articoli

 

 

GLI ASBURGO DI SPAGNA

re_x_schedaCon la successione di Carlo I, futuro Imperatore Carlo V, figlio di Giovanna la Pazza e Filippo il Bello, al trono di Spagna, hanno inizio i quasi due secoli di governo asburgico sugli amplissimi territori che componevano la corona. Dopo Carlo, quattro re, Filippo II, Filippo III, Filippo IV e Carlo II, lasceranno l’impronta della famiglia nel più vasto impero del mondo. Con Filippo II, il Re Prudente che voleva essere visto come nuovo Salomone, si definiranno le caratteristiche della monarchia asburgica spagnola. Utilizzando campagne propagandistiche come quella orchestrata attorno alla costruzione della “ottava meraviglia”, il monastero di San Lorenzo dell'Escorial; o l'ottenimento del titolo di “Re Cattolico”, si verrà configurando e consolidando un potere assoluto che farà della difesa della religione la sua prima impresa e, allo stesso tempo, la ragione ultima della sua continuità. Anche se dopo la morte di Filippo II nel 1598 il potere militare e politico della Spagna entrerà in progressiva decadenza, i suoi successori faranno dell'impiego delle immagini una vera e propria arte, mezzo fondamentale per sostenere la continuità della dinastia e cantare le glorie degli Asburgo.